Nella tradizione indovedica basata sui sei Darshana (visione ) il termine Yoga significa unione con il principio cosmico e indica l'azione perfetta , illuminata , che risveglia .
Untitled-1

La scienza , la filosofia , l'arte dello Yoga che ha come scopo la realizzazione del sè , è descritta in modo sistematico dal Saggio Patanjali negli Yoga Sutra e trasmessa tradizionalmente da Maestro a Discepolo , come un sapere senza tempo .

  • YOGA E' EQUANIMITA'
  • YOGA E' ABILITA' NELL'AZIONE
  • YOGA E' CONTROLLO E CESSAZIONE DELLE MODIFICAZIONI MENTALI
  • YOGA E' RESTRIZIONE DELLA SOFFERENZA NELLA COSCIENZA
  • La parola yoga deriva dalla radice sanscrita yujir che significa legare , unire , collegare , connettere , congiungere , giogo .Nella tradizione vedica con questo termine-concetto si identifica quella scienza spirituale che ha come scopo la realizzazione del sè .Significa concentrare l'attenzione o dirigere la propria energia alla ricerca della Verita' Assoluta . Significa anche unione o communione della propria volonta' con la Volonta' Divina ( ishvarapranidhanani ).

    L'Ahirbudhnya Samitha da' una definizione chiara e completa dello yoga : " samyoga yoga ityukto jivatma paramatmanah " . Spiega che lo yoga è l'unione tra l'anima individuale e l'Anima Suprema . L'Ahirbudhnya Samitha ha la sua origine nel Pancaratra : panca = cinque , ratra = notti . Si dice che il Signore Narayana abbia insegnato la conoscenza spirituale e lo yoga alle anime eterne (nitya suri) per cinque giorni e cinque notti , da cui la parola pancaratra .

    Testimonianze

    • Laura
      Un posto dove scoprire lo yoga spirituale,quello che ti insegna e ti lascia segni dentro. Il maestro poi un ottima guida di spirito. Lo consiglio.
      Laura
    • Franco
      Si respira la vera tradizione dello yoga e dell'India. Maestri con tanta professionalità!!
      Franco

    Nelle Upanishad lo yoga è la scienza che permette di riconnettersi a quella riserva inesauribile di conoscenza , di consapevolezza e di beatitudine che da sempre ci appartiene ; una consapevolezza che permette di colmare il divario tra i piu' intimi desideri di appagamento spirituale e le necessita' contingenti .

    Nella Bhagavad-gita il Sgnore Krishna definisce lo yoga su due livelli : jnana e karma - conoscenza e azione . "samattvam yoga ucchyate " , yoga è equanimita' . " yogah karma -su kausalam " , yoga è abilita' nell'azione . Lo yoga è l'azione perfetta che conduce con certezza ad un risultato che è in armonia con le leggi (dharma) , che sostengono il cosmo , l'azione illuminata che risveglia ad una coscienza spirituale e trascendente .

    Negli Yoga Sutra , Patanjali definisce lo Yoga come : " yoga citta vrtti nirodha " , cessazione delle fluttuazioni e delle modificazioni mentali . Lo yoga sonda il mondo interiore , il campo della coscienza , pervenendo a importanti scoperte sul funzionamento della mente e sulla natura del sè .

    Nel Bhagavata Purana capitolo XIV e XV del libro (canto) XI , Krishna descrive a Uddhava la meditazione yoga come capace di sviluppare la consapevolezza e dell'Essere Cosmico , nonche' l'armonizzazione della parte con il Tutto , l'armonizzazione dell'uomo con il creato e il Creatore